Favola Trentina

Un bel ciocco di legno fa sempre venire in mente un bel fuoco che arde,un camino acceso. D’ inverno poi, penso sia una delle cose più belle potersi scaldare davanti a un camino scoppiettante. Per mia fortuna ho avuto spesso questa opportunità. Ho cambiato molte case ma negli ultimi anni il camino è stato sempre presente. Abbiamo vissuto qualche anno in una casa molto grande e antica. Non c’ erano i riscaldamenti e ci scaldavamo con questi due enormi camini e una stufa a pellet. In alcuni momenti in casa avevamo massimo 13/14 gradi. Diciamo che in quel periodo ci siamo temprati al freddo! È proprio da quel periodo trascorso in quel bellissimo posto immerso nella natura che abbiamo tratto ispirazione per scrivere la ” Favola della ninna nanna Trentina”. ” La bambina aveva poco più di tre anni quando vi si trasferirono ed era entusiasta di tutti gli incontri che solo la natura più incontaminata poteva offrire…Ogni mattina andava a salutare le caprette e spesso incontrava anche cerbiatti, scoiattoli e lepri”. Buon 4 febbraio da www.favoledoro.com
https://www.amazon.it/dp/173135097X

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *