Il Cigno e gli anatroccoli

Pubblichiamo volentieri un’estratto dal blog di una cara amica con la quale collaboriamo:

Si tratta in realtà di un punto di vista sul bullismo.

Vi ricordate la fiaba del brutto anatroccolo? In realtà era un cigno bellissimo, ma non lo sapeva. Era stato allevato da mamma anatra, e credeva di essere un anatroccolo, così si sforzava di comportarsi come gli altri anatroccoli, ma veniva deriso ed emarginato, e il suo cuore sensibile ne soffriva.

Vedete, ragazzi, il fatto è che come anatroccolo quel cigno non era affatto credibile e i suoi compagni, che anatroccoli lo erano veramente, si accorgevano di questa discordanza. Non erano coscienti che fosse un cigno, ma sentivano che era diverso, sentivano che era più grande di loro, molto più bello, e ne avevano paura !

Io credo, miei cari, che la stessa cosa accada anche a voi: chi vi rifiuta vi sta facendo dono di un messaggio importantissimo. Del tutto inconsapevolmente, è chiaro, vi sta dicendo: “Ma ti svegli sì o no? Non lo vedi che hai altre vie da percorrere, e che saresti sprecato in mezzo a noi? Non ti accorgi che le strade del cielo ti attendono e tu stai perdendo tempo qui in basso con noi? Tu sei troppo più grande e più bello di noi, noi non potremmo mai arrivare dove tu puoi giungere, siamo troppo più fragili di te. Se tu ti ostini a voler entrare per forza nel nostro gruppo, ci distruggerai. E questo non possiamo permetterlo.”

Con il loro atteggiamento vile e violento, vi stanno, in realtà, aiutando ad evitare un errore madornale: quello di credervi chi non siete. Certamente lo fanno a modo loro, e non se ne rendono assolutamente conto, ma è questo che stanno facendo!

Trovate l’articolo completo qui: http://giornidiluce.com/2018/02/il-cigno-e-gli-anatroccoli/

Un commento su “Il Cigno e gli anatroccoli”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *